15 APRILE 2018.LUMEZZANE-CARAVAGGIO:3-3

Lumezzane– Caravaggio: 3-3

 

Lumezzane: (4-4-2) Pasotti 96; Soragna 00, De Biasi 94, Barbato 97, Taino 93; Lauria 94, Torelli 94, Rachele 98, Crivaro 96 (19’ st Tettamanti 99); De Respinis 93, Lazzarin 99 (12’ st Minelli 99). A disposizione: Romeda 99, Sola 99, El Badaoui 98, Giampietro 99, Grillo 00, Formenti 01. All. Pucicca.

Caravaggio: (3-4-2-1) Tognazzi 97; Alushaj 94, Ferri 91 (1’ st Vezzoni 99), Ghidini 87; Moreo 95 (26’ st Redaelli 92), Lamesta 96 (1’ st Pagliari 99), Murati 98, Mangili 98; Crotti 89, Comelli 99 (10’ st Baldrighi 97); Lella 88 (1’ st Granillo 99). A disposizione: Pala 98, Tremolada 98, Tomas 98, Careccia 98. All. Bolis. 

Arbitro: sig. Grasso (Sez. Ariano Irpino).

Assistenti: sig. Blasiol (sez. Bolzano) e sig. Laghezza (sez. Mestre).

Reti: Al 10’ e al 30 pt De Respinis, al 13’ pt Crivaro (L), 5’ e al 45’ st Crotti (rig), 15’ st Murati (C)

Note: Ammonizioni: Lauria, Barbato (L), Alushay, Lamesta (C). Giornata piovigginosa. Campo in ottime condizioni. Spettatori 150. Calci d'angolo: 9 a 3 per il Caravaggio. Recupero 0’+ 5’.

Lumezzane. Lumezzane e Caravaggio pareggiano per 3 a 3 una partita che ha messo a dura prova le coronarie dei tifosi o almeno le mie. Il primo tempo si chiude con i locali in vantaggio per 3 a 0. Risultato comunque bugiardo perché gli uomini di mister Bolis, nei primi 45 minuti, sbagliano almeno quattro nitide occasioni mentre i bresciani centrano la porta caravaggina. Al 10’ il vantaggio. Lungo lancio da centrocampo, De Respinis anticipa il, proprio marcatore e, di sinistro, batte Tognazzi. Al 13’ il raddoppio. Torelli, dalla sinistra, mette in mezzo per Crivaro che, di testa, deposita la sfera alle spalle del portiere bergamasco. Al 30’ corner battito da Rachele. Nell’area caravaggina si accende una mischia e De Respinis è il più lesto a catapultarsi sulla sfera e spingerla in fondo al sacco. Nella ripresa entra in campo un altro Caravaggio che non concede più nulla agli avversari ed inizia la sua rimonta. Al 5’ Barbato atterra Crotti in area di rigore. L’arbitro decreta la massima punizione che lo stesso Crotti trasforma spiazzando Pasotti. Al 15’ Vezzoni scende lungo la fascia e tocca per Granillo. La mezza punta appena entrato in area, dopo aver saltato il proprio avversario, tocca per il libero Murati che, di sinistro, batte Pasotti in uscita. Dopo varie occasioni gettate al vento al 45’ arriva il gol del pareggio. Punizione, dalla tre quarti di Baldrighi con Crotti che svetta sopra tutti e, di testa, infila Pasotti realizzando la seconda doppietta personale consecutiva dopo quella contro la Virtus di due settimane fa.

29 MARZO 2018. CARAVAGGIO-VIRTUS BERGAMO:3-2.

Caravaggio: (3-4-2-1) Tognazzi 97; Alushay 94, Buzhala 97, Zanola 89; Careccia 98 (29’ st Murati 98, Moreo 95 (33’ st Redaelli 92), Lamesta 96; Crotti 89 (39’ st Tomas 98), Granillo 98 (24’ st Comelli 99); Lella 88. A disposizione: Pala 98, Tremolada 98, Baldrighi 97, Pagliari 99, Vezzoni 99. All. Porro. 

Virtus Bergamo: (4-3-1-2): Colleoni 99; Alborghetti 98, Meregalli 91, Capitanio 99, Mister 97 (15’ st Pellegrini 99); Espinal 82, Riva 85 (45’ pt Gomis 96), Probo 99 (33’ st Cali’ 94); Germani 86; Pllumbaj 89, Monni 96 (19’ st Flaccadori). A disposizione: Maggioni 92, Lizzola M 99, Martinelli 99, Lizzola 98, Signorelli 99. All. Madonna.

Arbitro: sig. Bianchini (Sez. Terni).

Assistenti: sig. Torri (sez. Como) e sig. Renzullo (Torre del Greco).

Reti: 7’ e 15’ pt Plummbaj (V), 30’ pt Crotti, 2’ pt Lella, 8’ st Crotti (C).

Note: Ammonizioni: Zanola, Careccia (C). Giornata nuvolosa. Campo in buone condizioni. Spettatori 250. Calci d'angolo: 6 a 3 per il Caravaggio. Recupero 2’ + 4’.

 

Caravaggio. Bella vittoria per i biancorossi che battono, per 3 a 2 il derby bergamasco, un’agguerrita Virtus Bergamo. Partita molto movimentata fin dai primi minuti con gli ospiti che passano in vantaggio al 9’ con Pllumbaj. La punta vince un contrasto e, entrato in area, batte Tognazzi in uscita. Al 15’ arriva il raddoppio degli ospiti grazie alla stessa punta che è molto abile ad approfittare di un errato retropassaggio di Mangili. Plummbay scarta Tognazzi e deposita la palla in rete. Dopo un quarto d’ora di sbandamento il Caravaggio prende in mano le redini del gioco e riduce le distanze al 30’. Mangili, dalla sinistra, mette in mezzo un cross che Crotti, di tacco, mezzo in fondo al sacco. Nella ripresa partenza sprint dei locali che ribaltano il risultato. Al 2’ calcio d’angolo di Crotti con Lella che, di testa, svetta sopra tutti e pareggia le sorti della partita. All’8’ azione esemplare del Caravaggio con Lamesta che salta il proprio avversario lungo la fascia e mette in mezzo dove Crotti, di destro al volo, infila la porta dei seriani. Ultimo brivido al 48’ con Alborghetti che centra una palla d’oro che Flaccadori, al limite dell’area piccola e di testa, mette fuori di un soffio.

“E’ stata una partita pazza nel senso che non abbiamo giocato a calcio per un quarto d’ora. Poi i ragazzi si sono assestati in campo ed aabbiamo cominciato a giocare. Dopo il 2 a 1 ci abbiamo creduto e, dopo il gol del vantaggio, siamo stati bravi a portare la partita sui binari a nostro favore nel miglior modo possibile” Questo il commento di midter Bolis a fine partita.

 

25 MARZO 2018. PONTISOLA-CARAVAGGIO:1-0.

Pontisola: Pennesi, Mosca, Pellegrinelli, Pedrocchi, Ientile, Rondelli, Ruggeri, Mandelli, Recino (45’ st Piacentini), Ferreira Pinto, Signorelli (21’ st Perego). A disposizione: Falciglia, DeToma, Carrieri, Remuzzi, Sow, Rota, Cugini. All. Curioni.

Caravaggio: Tognazzi, Vezzoni (38’ st Granillo), Mangili (38’ st Murati), Zanola, Ghidini, Alushay, Redaelli (17’ st Careccia), Lamesta, Lella, Crotti (38’ st Baldrighi), Tomas (13’ st Comelli). A disposizione: Pala, Tremolada, Moreo, Pagliari. All. Porto. 

Arbitro: sig. Maggio (Sez. Lodi).

Assistenti: sig. Galimberti e Donadello (sez. Seregno).

Reti: al 35’ st Ferreira Pinto (rig).

Note: Ammonizioni: Vezzoni, Ghidini, Alushay (C). Giornata soleggiata ma fredda. Campo in condizioni sufficienti. Spettatori 250. Calci d'angolo: 4 a 2 per il Pontisola. Recupero 1’+ 4’.

Ponte San Pietro. Il Caravaggio esce sconfitto dal “Matteo Legler” per 1 a 0. Sconfitta immeritata decisa da una decisione infausta dell’arbitro che si inventa un calcio di rigore a favore dei locali, fra lo stupore di tutti gli spettatori. La partita è apparsa priva di emozioni. I biancorossi giocano meglio nel primo tempo con alcune conclusioni che non impegnano, più di tanto, l’ex portiere Pennesi. Da segnalare, al 45’, un tiro, dal limite di Zanola che esce di un soffio alla destra del portiere locale. Nella ripresa si nota una maggiore pressione dei locali che, al 6’, potrebbero passare in vantaggio con Recino che però si mangia il gol concludendo sopra la traversa. Quando la partita volge al termini con un pareggio che accontenterebbe tutti, ecco che il sig. Maggio si erge a protagonista fischiando un calcio di rigore che nessuno ha visto in quanto l’intervento di Alushay era sulla palla e non su Recino che gli è franato addosso. Dopo le vibranti proteste dei biancorossi, Ferreira Pinto trasforma la massima punizione dando la vittoria ai suoi.

“Un punto perso non per colpa nostra, questo è il commento di mister Bolis. Avevamo studiato e organizzato la partita in modo da non subire le qualità tecniche degli avversari ed eravamo quasi arrivati al nostro intento. Poi una decisione assurda, dal mio punto di vita, ha deciso l’incontro lasciando l’amaro in bocca ai miei ragazzi che, finora, avevamo ben figurato sul campo dei Blues”.

Best webhosting site hostgator coupon and online poker on party poker
Copyright 2011 USD CARAVAGGIO - Home.
Joomla Templates by Wordpress themes free