CARAVAGGIO-ST.GEORGEN: 2-1

Una vittoria che vale oro per i biancorossi.

Caravaggio: Merisio, Crotti, Mazzola, Rossetti (16’ st Fornoni), Forlani, Zucchinali, Moro (9’ st Mazzoleri), Longo, Girometta, Sonzogni, Vitali (9’st Valenti) .All. Crotti.

St. Georgen: Pasquazzo, Holzner, Veronese, Mirri, (29’ st Althuber) Brugger, Rabensteiner, Obrist (32’ st Schwingshackl), Mair H, Mair P, Mayr P. Orfanello. All. Morini.

Arbitro: Sig. Fichera (sez. Catania).

Assistenti: Sig. Martinelli (sez. Seregno) e Vono (sez. Soverato).

Reti: 11’ pt Mair H. (Sg), 22’ st Valenti, 39’ st Crotti (C).

Ammoniti: Crotti, Rossetti, Mazzola, Sonzogni, Fornoni, Zucchinali (C), Mair H. (Sg).

Espulsi: 24’ st Sonzogni (C), al 39’ Crotti (mister)

Note: giornata soleggiata, campo in condizioni accettabili, spettatori circa 150, angoli 6 a 5 per il Caravaggio, recupero 1+4.

Caravaggio. Il Caravaggio si impone, con una rimonta sofferta, ma con pieno merito sul campo amico contro il St. Georgen. In realtà i biancorossi locali hanno faticato parecchio per ottenere l’intera posta in palio perché la Dea bendata, nel primo tempo aveva voltato le spalle ai padroni di casa. Infatti già al 4’ su punizione calciata dalla tre quarti sinistra di Sonzogni, Zucchinali colpisce di testa ma la palla finisce contro la traversa. Al 5’ calcio d’angolo di Sonzogni, Girometta anticipa tutti ma il suo tocco di destro viene fermato sulla linea da Veronese. Al 11’ passano gli ospiti. Cross di Obrist, Mazzola, in area, tocca di mani. Rigore che Mair trasforma. Per i caravaggini ricomincia la saga dei pali e delle traverse. Al 20’ calcio d’angolo di Sonzogni, Mazzola anticipa tutti ma il suo colpo di testa viene respinto dalla traversa. Al 29’ Crotti arriva recupera palla al limite dell’area e lascia partire un destro che si stampa sul palo opposto, a portiere battuto. Al 30’ Sonzogni arriva in area, lascia partire un pallonetto che si stampa, ancora, sulla traversa. La ripresa comincia con un clamoroso errore di Girometta ch al 2’, solo davanti alla porta, da due metri, calcia sul portiere un magnifico assist di Vitali. Poi dopo un paio di occasioni non perfezionate dai biancorossi finalmente al 22’ arriva il gol del pareggio. Sonzogni parte da centrocampo, giunto in area allarga per Valenti che supera il proprio avversario diretto e, di destro, mette alle spalle del portiere atesino. Al 39’ arriva il gol vittoria del Caravaggio. Crotti recupera palla sulla tre quarti, avanza verso l’area avversaria ed appena arrivato ai 16 metri lascia partire un destro che si infila nell’angolino basso alla destra di Pasquazzo. A questo punto si scatena la gioia dei tifosi locali e persino mister Crotti, per la troppa esultanza, viene espulso. Le emozioni non finiscono perché al 42’ su calcio d’angolo di Orfanello, Rabensteiner tocca in modo perfetto ma Merisio si dimostra in grande giornata e, con un intervento prodigioso salva i suoi regalando tre punti preziosi ai biancorossi caravaggini.

 

Giovanni Spiranelli

SANT'ANGELO-CARAVAGGIO: 2-3

Vittoria sofferta a Sant’Angelo.

Sant’Angelo: Meloni, Orlandini (37’ st Griffini), Amou, Tacconi, Cralic, Caruso, Martelli (30’ st Novellino), Morandi (39’ st Kokay), Giglio, Giustini, Mazzei. All. Falsettini.

Caravaggio: Merisio, Crotti, Mazzola, Fornoni (11’ st Valenti), Forlani, Zucchinali, Lazzarini (19’ st Mazzoleri), Longo, Girometta, Sonzogni, Vitali (37’ st Brugali). All. Crotti.

Arbitro: Sig. Parella (sez. Battipaglia).

Assistenti: Sig.ra Frasson (Busto Arsizio), sig. Bona (Biella).

Reti: 23’ pt autorete Forlani, 38’ pt Tacconi (S), 21’ st Mazzoleri, 25’ st Valenti, 32’ st Sonzogni (C).

Ammoniti: Sonzogni, Mazzola.

Note: giornata soleggiata, campo in pessime condizioni, spettatori circa 300, angoli 9 a 4 per il Caravaggio, recupero 1+4.

Sant’Angelo Lodigiano. Vittoria sofferta per i biancorossi in quel di Sant’Angelo. La partita ha due risvolti ben diversi. Primo tempo durante il quale il Caravaggio prende un po’ sottogamba la squadra locale, penultima in classifica, e si trova alla fine dei 45 minuti sotto di due gol. Gli uomini di mister Crotti sembrano deconcentrati e, complice la sfortuna, subiscono il primo gol che ha dell’incredibile. Infatti da una palla in attacco caravaggino, con tre retropassaggi si trovano il pallone nella propria rete, dopo che una zolla ha tradito il rinvio di Merisio. Dieci minuti di sbandamento ed i bergamaschi subiscono il raddoppio. Poi nella ripresa i biancorossi entrano in campo con un piglio ben diverso, e mettendo in campo tutto il loro potenziale, ribaltano il risultato vincendo l’incontro 3-2. Subito al 7’ Longo chiede triangolo a Girometta, palla di ritorno al centrocampista biancorosso che di destro colpisce la traversa. Al 18’ contropiede del Caravaggio, la palla arriva a Valenti che al volo di sinistro centra ancora la traversa. Sembra di vedere il replay dell’incontro di Lecco dove il Caravaggio colpiva i pali e gli avversari ad ogni tiro centravano la porta. Finalmete al 21’ il primo gol della rimonta del Caravaggio. Cross dal fondo di Longo, il giovane Mazzoleri, neo entrato, di testa, anticipa tutti ed infila l’angolo basso alla destra di Meloni. Al 25’ pareggio dei bergamaschi. Sonzogni arriva al limite dell’area passa la palla a Girometta, la punta vede arrivare Valenti che di destro piazza la sfera sul palo più lontano, dove Meloni non può arrivarci. Continuo l’assalto biancorosso alla ricerca della vittoria. Al 26’ angolo di Sonzogni Girometta di destro impegna Meloni ad una deviazione in calcio d’angolo. Finalmente al 32’ si concretizza il vantaggio del Caravaggio. Crotti scende sul fondo mette in mezzo una palla invitante per Sonzogni che, solo sul secondo palo, infila Meloni. Al 40’ si potrebbe arrotondare il bottino. Punizione dal limite di Sonzogni ma il suo sinistro esce di un soffio. Quattro minuti di recupero sembrano infiniti poi il triplice fischio del signor Paretta decreta la fine dell’incontro facendo tirare un sospiro di sollievo ai numerosi tifosi bergamaschi.

Giovanni Spiranelli

CARAVAGGIO-FERSINA: 0-1

Terza sconfitta consecutiva per il Caravaggio.

Caravaggio: Merisio, Crotti (1’ st Delcarro), Mazzola, Fornoni, Forlani , Zucchinali, Brugali (36’ st Vitali), Longo, Girometta, Mazzoleri (1’ st Lazzarini), Valenti. All. Crotti.

Fersina : Chimini, Lleshai, Crinelli, Gennara, Ischia, Tobanelli, Pancheri, Bazzanella F, Mammetti( 15’ st Bazzanella M), Marchionne (43’ st Faes), Cicuttini (35’ st Panizza). All. Cortese.

Arbitro: Ragonesi (sez. Perugia).

Assistenti:Biava (sez. Vercelli), Poser (sez. Aosta).

Reti: 26’ pt Gennara (FP)

Ammoniti: Fornoni, Longo (C), Gennara, Bazzanella F, Panizza (FP)

Note: giornata con nebbia a tratti, campo in condizioni sufficienti, spettatori circa 200, recupero 3+2, angoli 11 a 4 per il Fersina.

Caravaggio. Continua la serie negativa per il Caravaggio. La sconfitta odierna deve suonare un po’ come campanello d’allarme per la squadra di mister Crotti. Va bene che il campionato è ancora lungo e che ci sono ancora parecchi punti di vantaggio in classifica sugli avversari diretti, però bisogna cambiare rotta e cominciare a riportare la barra verso la vittoria per veleggiare verso lidi sereni. Oggi i biancorossi sono sembrati in difficoltà fisica ed hanno avuto poche possibilità per cercare i tre punti della vittoria. Gli avversari hanno già un’occasionissima al 10’ con Mammetti ma Longo salva sulla linea. Al 25’ una delle rare azioni da gol dei biancorossi. Mazzoleri recupera palla sulla destra, mette in mezzo per Valenti ma Chimini lo anticipa in uscita bassa. Al 26’ il gol partita. Angolo di Marchionne, la palla viene respinta dalla difesa, Gennara, al volo, lascia partire un destro che Merisio devia sul palo ma la stessa carambola sulla schiena del giovane portiere biancorosso e finisce in rete. Due tentativi per raddrizzare subito l’incontro al 34’ azione sulla sinistra di Longo, palla in mezzo per Girometta ma la punta bergamasca si fa anticipare dal portiere ospite. Al 36’ un egoista Girometta conquista palla a centrocampo, si avvia verso l’area avversaria ma, anziché servire un liberissimo Longo, calcia la palla alle stelle.Nella ripresa i caravaggini cercano di ribaltare l’inerzia dell’incontro soprattutto con un vivace Vitali che impegna in un paio di occasioni il portiere locale.   Al 3’ azione confusa in area trentina, Vitali è il più veloce ad arrivare sul pallone ed impegna Chimini ad una parata a terra. Al 17’ ci riprovano i biancorossi con Girometta che tocca per Valenti. La punta caravaggina vede arrivare Vitali e lo serve. Il suo sinistro finisce, però, addosso al portiere. Ancora Girometta tenta di impensierire la porta avversaria al 22’ punizione, dalla tre quarti destra, di Longo la punta colpisce di testa ma Chimini para deviando in angolo. Al 23’ angolo di Marchione, Cicuttini di testa colpisce il palo. Ultimo affondo caravaggino al 28’ con Delcarro che attacca sulla destra, palla dietro per Vitali il cui sinistro sibila il palo alla destra di Chimini. Non succede più nulla fino al triplice fischio finale del sig. Ragonesi tra la delusione dei tifosi locali che, ormai da più di un mese, non vedono la vittoria dei loro beniamini.

Giovanni Spiranelli

Best webhosting site hostgator coupon and online poker on party poker
Copyright 2011 USD CARAVAGGIO - Home.
Joomla Templates by Wordpress themes free